Camerino- Mercatini e pista sul ghiaccio la prima iniziativa del Natale 2016

01 Dic 2016
14394 volte

Un piccolo villaggio di casette di legno per ricreare un’atmosfera natalizia e ridare speranza e calore in vista delle prossime festività.

E’ quanto hanno pensato una trentina di commercianti di Camerino in collaborazione con l’amministrazione comunale. I titolari di negozi danneggiati dal terremoto e in zona rossa,  per tutto il periodo delle feste esporranno i loro articoli nel piazzale del parcheggio meccanizzato di viale Emilio Betti, dove verrà allestita anche una pista di pattinaggio sul ghiaccio per la gioia di adulti e  bambini.

“ Ci siamo accordati per ripartire insieme-dichiara l’ assessore alle attività produttive Erika Cervelli- Una collaborazione che vede uniti amministrazione comunale e attività commerciali per creare, in previsione del Natale, una bella atmosfera in grado di aggregare i cittadini ma anche con lo spirito di far tornare in città la gente. Camerino è già ripartita con le attività di Unicam, con le scuole di ogni ordine e grado e ora riparte anche con le attività commerciali- sottolinea l’assessore Cervelli- e, la riunione che si è tenuta è proprio servita ad individuare una zona dove poter posizionare le casette e altre strutture per favorire l’economia della città. La zona del parcheggio meccanizzato ci è sembrata la più adatta perché centrale, consente di rivedere il cuore della città e, nel contempo è facile da raggiungere in auto senza problemi di parcheggio.

. Abbiamo poi pensato di arricchire l’iniziativa commerciale con qualcosa che possa regalare un momento di svago e divertimento allo stare insieme. Posizioneremo luminarie e albero di Natale e, per la prima volta a Camerino,verrà allestita una pista di pattinaggio. Partiremo in questo fine settimana- conclude Erika Cervelli- prolungando l’iniziativa fino all’Epifania. C’è l’entusiasmo di tutti per questo progetto che vede concordi e uniti commercianti e comune di Camerino”.

Pista pattinaggio

Macerata-Renzi ai sindaci: Ricostruiremo per il futuro della regione

30 Nov 2016
704 volte

 

Da Matteo Renzi, parole rassicuranti sulla gestione dell’emergenza e sulla ricostruzione Questo mercoledì 30 novembre il Premier ha incontrato a Macerata i sindaci e gli amministratori dei comuni colpiti dal terremoto. Un incontro a porte chiuse, tenutosi al teatro Don Bosco, alla presenza del Commissario Straordinario per la ricostruzione Vasco Errani e il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. Il quadro della situazione lo ha fatto nel suo contributo d’ apertura il Governatore Luca Ceriscioli. Fare presto e accelerare le verifiche sull’agibilità degli edifici danneggiati la richiesta più urgente venuta dai sindaci

Consapevole delle grandi proporzioni dei danni che il terremoto ha provocato nella regione, il Presidente del Consiglio ha espresso ancora una volta la sua forte vicinanza alle amministrazioni e al territorio. Tra le numerose rappresentanze delle istituzioni locali presenti anche il rettore di Unicam Flavio Corradini- “Il presidente della Regione - ha riferito Corradini - ha sottolineato la necessità di sostenere l’Università di Camerino nella ripresa delle attività didattiche e della normalità; parole importanti nei confronti del nostro ateneo sono state espresse anche dallo stesso Presidente Renzi. Una vicinanza quella del Governo e del nostro Paese - ha commentato il rettore - che ci dà tanta forza; in certi momenti si ha davvero la necessità di sentirci insieme. E’ un momento di difficoltà per un terzo del nostro Paese- ha ribadito– però se stiamo insieme e continuiamo a lavorare con questa determinazione sono certo che riusciremo a garantire quel futuro che non crolla che è diventato ormai uno slogan in tutto il mondo”.

“ Non sarà solo una ricostruzione di mura e di case ma ricostruiremo per il futuro di questa regione “ ha rassicurato il Presidente del Consiglio davanti ai sindaci, ribadendo con forza la necessità di ricostruire quella identità che questa parte dell’Italia ha sempre avuto spiccata.

Sulla stessa linea il Commissario straordinario Errani secondo il quale “un’Italia senza il suo cuore, così bello e totalmente sostenibile come quello che abbiamo da sempre conosciuto, non sarebbe un’Italia”.

“ Fa davvero molto piacere sentirselo dire da rappresentanti importanti del nostro Paese- ha dichiarato il rettore Corradini aggiungendo che tra gli aspetti toccati, di particolare rilievo quelli riferiti al tentativo di accelerare i processi amministrativi riguardanti le schede AEDES che stanno preoccupando molti amministratori del centro Italia. “ Renzi ha garantito che presto ci saranno delle importanti novità, atte a sostenere procedure più veloci per testare tutte le abitazioni. - ha riferito il rettore-  Il presidente del Consiglio ha inteso rassicurare e ribadire la necessità di ricostituire il patrimonio culturale prerogativa del territorio marchigiano e maceratese e a disposizione dell’Italia e dell’ Europa. L’urgenza di studiare nuove modalità di costruzione e ricostruzione per tutte le aree sismiche del Paese, è stata altresì sottolineata dal Commissario Errani.

Intanto per l’Università di Camerino che aveva come obiettivo la ripresa delle attività didattiche per i Corsi di Laurea che insistono nella sede della città ducale (già partite nelle altre sedi ) sono giorni importanti. “ Siamo già ripartiti con i Corsi della Scuola di Giurisprudenza e tutto sta procedendo in maniera piuttosto fluida anche per gli altri Corsi “- ha detto Corradini-. “Da colleghi e studenti sto ricevendo messaggi che tutto è perfettibile, ma si sta procedendo abbastanza bene, Anche questa prova generale dunque sta avendo il suo successo. E di questo il rettore di questa meravigliosa università non può che essere molto soddisfatto e onorato- ha concluso Corradini- Ringrazio tutto il personale tecnico amministrativo, tutto il personale docente e ricercatore e tutte le studentesse e studenti che, nonostante tutto, stanno continuando a darci fiducia. E noi, non mancheremo di dare loro soddisfazioni professionali”   

Referendum- Dove si vota a Camerino

29 Nov 2016
1084 volte

A Camerino i seggi elettorali sono stati istituiti nel complesso della scuola materna “Ortolani” e della contigua struttura dell’Asilo nido “ La coccinella” in via Battista Varano.

L’accesso alla struttura, avviene da Madonna delle Carceri in salita, svoltando a sinistra in direzione dell’impianto di Teleriscaldamento e percorrendo la nuova viabilità alternativa realizzata di recente.

Presso l’edificio della scuola materna Ortolani sono state costituite le sezioni 1-2-3 - 4.

Nella contigua struttura dell’asilo nido “ La coccinella” saranno espletate le votazioni delle sezioni 5-6-7-8.

L’ufficio elettorale del comune di Camerino, che ha sede presso la parte interna del Contram in via Le Mosse, resta aperto per il rilascio delle schede elettorali e dei sostitutivi venerdi 2 dicembre fino alle ore 19, sabato 3 dicembre fino alle ore 18 e, domenica 4 dicembre, ininterrottamente dalle ore 7 fino alle ore 22 e 45.

Le risorse digitali di Springer Nature a disposizione di Unicam

29 Nov 2016
142 volte

Springer Nature renderà disponibili integralmente le proprie risorse digitali all’Università di

Camerino, colpita dai terremoti di agosto e ottobre.

Unicam potrà così potranno accedere, oltre alle riviste cui è già abbonata, a tutte le

testate Springer Nature fino alla fine di luglio 2017. Potranno inoltre beneficiare

dell’estensione dell’accesso tutti i ricercatori, il corpo docente e gli studenti dell’Ateneo.

“Non siamo minimamente in grado di immaginare – ha dichiarato Dagmar Laging, Vice

Presidente di Springer Nature – il livello di devastazione causato dai recenti terremoti, le

difficoltà che le comunità colpite stanno affrontando e i disagi che dovranno subire per

molto tempo. Desideriamo pertanto offrire il nostro supporto a queste istituzioni nella

difficile fase di ricostruzione, augurandoci di poter alleviare almeno in parte il disagio del

momento e facilitando l’accesso online da remoto al personale universitario e agli

studenti.”

Il team italiano di Springer Nature in Italia contatterà ‘università per ulteriori chiarimenti e

sta valutando la possibilità di coinvolgere nell’iniziativa anche altre istituzioni che lavorano

alla ricostruzione e che operano in quei territori.

Springer Nature offrirà lo stesso beneficio anche all’Università di Macerata.

Springer Nature è uno dei maggiori editori mondiali nel campo della ricerca, dell’istruzione

e dei settori professionali; comprende una serie di marchi rinomati e affidabili che offrono

contenuti di qualità attraverso un’ampia gamma di prodotti e servizi innovativi. Springer

Nature è il più grande editore di libri accademici a livello globale, pubblica le più influenti

riveste al mondo ed è all’avanguardia nel campo dell’open research. La società conta quasi

13.000 collaboratori in oltre 50 Paesi. Springer Nature è stata costituita nel 2015

attraverso la fusione del Gruppo Nature Publishing, Palgrave Macmillan, Macmillan

Education e Springer Science+Business Media.

Sisma- Poltrona Frau ospita figli dei dipendenti - Doposcuola e intrattenimento

29 Nov 2016
774 volte

È partito da qualche giorno nello stabilimento di Tolentino, uno dei comuni del maceratese colpiti dal terremoto, il Centro di ospitalità per bambini in età scolare voluto da Poltrona Frau per agevolare i dipendenti che, a seguito del sisma e della rimodulazione degli orari delle scuole, hanno difficoltà logistiche e organizzative a gestire i figli. L'azienda ha messo a disposizione in via sperimentale fino al prossimo 7 dicembre un servizio di ospitalità che si svolge in due turni: uno al mattino dalle 8 alle 12:30 e uno nel pomeriggio dalle 14 alle 18 di ogni giorno feriale. Il servizio prevede attività di doposcuola e intrattenimento, che si tengono al Poltrona Frau Museum, sotto la supervisione di educatori e animatori. L'area libreria del Museo è stata allestita con un grande tavolo per fare i compiti, tappeti e tavolini bassi per facilitare le attività ludiche e ricreative. L'azienda sta valutando la possibilità di prolungare l'apertura del centro fino a prima dell'inizio delle vacanze natalizie.
   

Referendum- Dove si vota a San Severino.In 10 mila alle urne

29 Nov 2016
113 volte

REFERENDUM 4 DICEMBRE: DOVE SI VOTA, 10MILA I SETTEMPEDANI AI SEGGI

Sono 13 le sezioni dove il 4 dicembre prossimo si voterà per il Referendum costituzionale. Alle urne sono chiamati 10mila settempedani. Il dato complessivo, riferito agli elettori residenti in Italia e fornito dall’Ufficio elettorale del Comune di San Severino Marche, conta 5.172 donne e 4.829 uomini. A causa del terremoto è cambiata la mappa dei seggi. Gli elettori delle sezioni n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 e 11, che abitualmente si recavano presso l’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Eustachio Divini” di viale Massini e presso la Scuola primaria di piazzale Luzio, infatti, per poter esercitare il proprio diritto di voto dovranno recarsi presso palazzo dei Governatori, in via Cesare Battisti (sezioni n. 1 e 11), presso la Scuola dell’infanzia “Gentili” di via Gentili (sezioni n. 2, 3, 4 e 9) e presso la Scuola primaria della frazione di Cesolo (sezioni n. 5, 6, 7, 8, 9 e 10). L’ubicazione delle altre sedi dei seggi n. 12 e 13 resterà invariata e gli elettori continueranno a recarsi presso la Scuola dell’infanzia della frazione di Cesolo.

Renzi a Macerata per incontrare i sindaci dei comuni colpiti dal sisma

28 Nov 2016
341 volte

In occasione della visita istituzionale del presidente del consiglio Matteo Renzi nelle Marche, la Regione invita gli amministratori e i sindaci dei Comuni che hanno subito danni dal terremoto per un incontro con il premier. L'appuntamento è per mercoledì 30 novembre alle ore 15 a Macerata, al Teatro Don Bosco, . Saranno presenti il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il commissario Vasco Errani, il  capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e il presidente dell'Anci Maurizio Mangialardi. 

La Silicon Valley finanzia la Fisica di Unicam

28 Nov 2016
370 volte

Anche nella Silicon Valley riconoscono la qualità e l’eccellenza della ricerca Unicam.

E’ giunta in questi giorni in Ateneo la conferma dell’ottenimento di un importante finanziamento per un progetto di ricerca nell’ambito della Fisica coordinato dal Prof. Stefano Mancini, docente della sezione di Fisica di Unicam.

Il progetto di ricerca “Quantum Observers in a Relativistic World”, realizzato dal prof. Mancini in collaborazione con l’Università di Vienna e l’Università di York, ha ottenuto un finanziamento di 84 mila dollari (circa 80 mila euro) da parte del programma Physics of the Observer del Foundational Questions Institute (FQXi), che ha selezionato progetti da tutto il mondo ed assegnato i finanziamenti provenienti da un fondo messo a disposizione dalla Silicon Valley Community Foundation.

Obiettivo del Foundational Questions Institute è infatti quello di supportare e diffondere le ricerche relative alla fisica di base, con particolare attenzione a progetti innovativi fondamentali per una profonda comprensione della realtà, ma che difficilmente potrebbero accedere alle più comuni forme di finanziamento, perché risultano essere troppo visionari e senza immediate applicazioni concrete.

Il lavoro di ricerca guidato da Unicam affronterà questioni del tipo: Qual è, in linea di principio, la massima informazione che possiamo estrarre da eventi cosmologici? Possiamo arrivare a conoscere le origini dell’Universo o le leggi fisiche stesse ce lo impediscono?

Il prof. Mancini si occupa da tempo, con eccellenti risultati, di ricerca nel settore della fisica teorica quantistica ed è presente nella speciale classifica dei “Top Italian Scientists” (www.topitalianscientists.org) stilata dall’associazione Via-Academy, associazione che elenca i migliori ricercatori italiani nel mondo.

Camerino- Affollatissimo l’incontro convocato dal sindaco Pasqui alle Calvie

26 Nov 2016
4576 volte

 

“Dovremo attendere un tempo importante prima di vedere la città sicuramente ricostruita” . Così ha esordito il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui in occasione dell’affollatissima incontro con i cittadini, tenutosi nei locali del palazzetto Cus Orsini alle Calvie a 25 giorni dal terremoto. “La situazione della nostra città- ha proseguito - è estremamente complessa e completamente diversa da quella che si vide dopo il sisma del 1997 e, qualsias,i riferimento a situazioni del passato o vicine,non si addice a chi vuol lavorare per far ripartire questo territorio. Questo non è un territorio che ripartirà grazie ad un sindaco somaro o bravo – ha tenuto a precisare Pasqui- ma ripartirà, ne sono certo e non grazie ad una amministrazione o ad un primo cittadino o a dei singoli, ma grazie alla collaborazione di tutti, se realmente la nostra volontà è quella  di restituire ai nostri figli la città che era e che addirittura potremmo migliorare. Ritengo tuttavia che, nel momento attuale ogni paragone con altre realtà, con altre situazioni simili, come anche le polemiche siano fuori luogo. Le situazioni vanno valutate in base alla loro complessità e la nostra è situazione molto complessa.

Premetto – ha spiegato il sindaco- che, gli amministratori  e quanti ci stanno aiutando, come Massimiliano Polzetti della Protezione civile nazionale che ci sta accompagnando in questo percorso, stanno facendo tutto il possibile”

 

IMG 20161125 162100570 800x600

 Il sindaco ha inoltre ricordato che attualmente sono 1995 le persone alloggiate fuori di Camerino; 1729 sono ad oggi le domande per autonoma sistemazione e circa 5000 in tutto  sono le  persone in grande difficoltà da ricollocare e da sistemare,  per cui la situazione camerte  non può essere paragonata a quella di altri paesi o città. Le domande di sopralluogo sono 4027, di queste 734 ne sono state fatte con le schede FAST e 173 con le schede Aedes per un totale di circa 900. Dal 23 novembre inoltre sono stati fissati i criteri con i quali poter andare avanti nella maniera più spedita possibile con i sopralluoghi “per i quali- ha precisato Pasqui- si sta procedendo  con l’ausilio di 3 squadre ma c’è da capire  che questo terremoto ha messo in ginocchio non solo la nostra città  e, le risorse da impiegare, sono riferite a ben 4 regioni.. Al lavoro a Camerino sono dunque tre gruppi che possono fare una media di circa 15 sopralluoghi al giorno. Quanto ai CTS per tentare riaperture nella cd. zona ross,a le richieste sono 17 e ne sono stayi eseguiti 5; dello stesso numero le rivisitazioni eseguite della stessa zona rossa  per consentire,, dopo una prima fase speditiva, una riapertura sempre maggiore della zona interdetta della città”.. L’ultima novità annunciata nel corso dell’incontro è stata quella della riapertura di via Cesare Battisti e di Piazzale della Vittoria dove, se le schede dei sopralluoghi lo consentiranno, potranno riaprire la loro attività un negozio di  ferramenta e una  pasticceria . “Le operazioni che stiamo portando avanti- ha aggiunto Pasqui – sono dunque tese a riaprire man mano varie parti della città. La situazione è delicata perché  ne va della sicurezza pubblica;  coloro che fanno le schede di valutazione, lavorano infatti  nell’interesse della collettività; è appunto  prendendo atto di quel che riportano che io emetto delle ordinanze. Vi sono delle linee guida emanate dal governo italiano- ha precisato-  alle quali tutti si debbono attenere, come del resto anch’io, nell’interesse della città e dei suoi abitanti”

Quanto alla sistemazione delle persone Pasqui ha ricordato le varie possibilità riconosciute dallo Stato per i casi di calamita: l ’autonoma sistemazione o l’’alloggio negli alberghi convenzionati e, passaggio successivo, la possibilità delle casette di legno.

“ Dobbiamo far ripartire tuttoè ripartita l’Università, sono ripartite le scuole, debbono ripartire le attività commerciali per le quali abbiamo bisogno di individuare le aree; credo che tra tre o quattro giorni;- ha affermato- avremo una risposta della Regione sulle aree da noi già individuate. .Allora c’incontreremo per decidere insieme il da farsi. La città deve ripartire insieme con il commercio, con la sua Università per andare a creare quella città che dovrà essere per qualche anno. E’ dunque necessaria attenzione su quello che andremo a fare, perché è questa la situazione che ad oggi ci vede impegnati; una situazione complessa che però ci sta facendo capire la forza di una città che ha già reagito e che il suo motore l’ha già fatto ripartire. Che vi siano problematiche o che tante cose possano essere fatte meglio è normale, ma il percorso lo facciamo insieme e vi chiedo realmente una vicinanza, perchè questa è una fase molto difficile, perché la fatica e l’energia che ci vuole è davvero tanta”.  Dichiarandosi disponibile ad accogliere i consigli dei cittadini, il sindaco ha poi annunciato l’organizzazione di nuovi incontri per informare e aggiornare sulla situazione, ricordando anche la possibilità di registrarsi sul sito internet del comune di Camerino indicando il proprio numero di cellulare per poter ascoltare registrate alcune comunicazioni importanti dell’amministrazione. Infine Pasqui ha sottolineato che, per quanto riguarda la sistemazione delle persone, oltre alla sistemazione autonoma o ad usufruire degli alberghi, c’è anche la possibilità della fase dei containers. Verranno posizionati nelle aree già pronte di Vallicelle e San Paolo. La scelta è stata quella  di dividere i circa 1000 posti a disposizione, tra gli studenti universitari e le famiglie che hanno bambini e ragazzi in età scolare. “Questa è dunque la priorità- ha concluso - e per questo riavvicinamento delle famiglie con figli che vanno a scuola sono state stipulate anche delle convenzioni con degli alberghi più vicini alla città, per la metà invece la disponibilità prioritaria sarà per gli  studenti universitari che possiamo considerare nostri concittadini perché, come ho sempre detto, l’università sta a Camerino come Camerino sta alla sua università”.        

Errani visita Caldarola e assicura sulla costruzione delle nuove scuole

25 Nov 2016
1852 volte

Aveva visitato Caldarola lo scorso 28 ottobre incontrando i sindaci dei 5 comuni, prima della scossa di domenica 30 che ha messo in ginocchio l'intero territorio. E' ritornato questo venerdì 25 novembre per fare il punto della situazione insieme al sindaco Luca Giuseppetti e agli amministratori locali il commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, presenti l'assessore regionale alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti e i sindaci di Serrapetrona, Silvia Pinzi, e di Cessapalombo, Giammario Ottavi. Al centro della discussione la situazione delle scuole, edifici gravemente lesionati dal terremoto e che dovranno essere demoliti e ricostruiti secondo gli attuali criteri si sicurezza sismica. Stando a quanto si è appreso i fondi per la ricostruzione degli edifici scolastici ci sono, così almeno avrebbe assicurato Errani, e i tempi di realizzazione sarebbero abbastanza rapidi.

 

errani luca sciapichetti

 

20161125 161835

Camerino- Iniziativa di solidarietà in aiuto dei commercianti colpiti dal sisma

25 Nov 2016
1008 volte

A un mese dal terribile sisma che ha sconvolto il Centro Italia si moltiplicano le iniziative di solidarietà per risollevare l’economia in crisi dell’appennino umbro-marchigiano. E proprio da Camerino, cuore del cratere sismico, è partito il portale www.marcacamerino.net, online già la settimana successiva al terremoto.

 

A metterlo in piedi un piccolo gruppo di ragazzi collegati ad e-Lios, spin-off dell’Università di Camerino, che ha raccolto il grido di aiuto dei commercianti che in due terribili minuti hanno visto sgretolarsi le fatiche di una vita e la possibilità di continuare la loro attività.

 

“All’indomani del sisma ci siamo trovati in uno scenario che sembrava post bellico. Negozi, attività e magazzini distrutti con commercianti in ginocchio che non riuscivano neppure a sapere se e quando avrebbero potuto recuperare la merce.” Afferma Matteo Sagratella, responsabile del progetto “Per questo abbiamo pensato di dover mettere a disposizione delle nostre terre uno strumento per reagire. Non un’operazione di marketing ma semplicemente un aiuto a chi non ha più quattro mura fisiche da cui vendere o clienti a cui proporre la merce”.

 

Oltre a Camerino, tutte le aziende aderenti si trovano in piccoli paesi dell’entroterra come Muccia, Visso, Serrapetrona, Morro, Caldarola, Sarnano. Piccoli borghi nel cuore del cratere che fanno i conti con la terra che continua a tremare e le difficoltà di recuperare i prodotti dai negozi inagibili. L’organizzazione offre un aiuto concreto partendo dal centro logistico di Camerino e raggiungendo quotidianamente i singoli produttori per prendere la merce e occuparsi del confezionamento e della spedizione al Cliente finale.

 

Un sostegno ai veri terremotati, un aiuto ad un’economia in ginocchio. Senza lustrini e paillettes ma solidarietà immediata e diretta con la semplicità propria di queste terre.

Camerino- Visita del Presidente della Compagnia delle Opere Scholz nelle zone terremotate

25 Nov 2016
269 volte
“Ho visto una grandissima solidarietà, un grande impegno degli amministratori e questo mi dà fiducia del fatto che, lavorando insieme, si possa affrontare questo grandissimo disagio che dal punto di vista umano mi ha personalmente molto colpito”. Queste sono state le parole di Bernard Scholz, Presidente della Compagnia delle Opere, in visita ad alcuni dei luoghi della provincia di Macerata colpiti del terremoto.
 
Il Presidente della Compagnia delle Opere, dopo aver visitato il centro storico di San Ginesio, ha partecipato ad una serie di incontri con  alcuni piccoli imprenditori  e  rappresentanti istituzionali nei vari centri della provincia di Macerata colpiti dal sisma, come il sindaco di Pievebovigliana Sandro Luciani, il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, il sindaco di San Ginesio Mario Scagnetti e Antonella Nalli, assessore ai servizi sociali del comune di Camerino.
 
“C’è la possibilità – ha dichiarato il Presidente Scholz - di aiutare le imprese nella fase della  distribuzione dei beni prodotti anche grazie all'utilizzo di internet  e, inoltre,  la possibilità di instaurare gemellaggi con imprese non colpite dal sisma che possono dare il proprio aiuto, mettendo a disposizione i propri lavoratori oppure  ospitando gli artigiani per portare avanti l'attività con l'obiettivo di non perdere i clienti”.
 
Sull’importanza della visita di Scholz alle aree terremotate e sulle idee a sostegno della ripresa si è espresso anche Emanuele Frontoni , presidente della Compagnia delle Opere Marche Sud secondo il quale “in questo particolare momento è importante il confronto per individuare quelle soluzioni che soprattutto gli imprenditori stanno cercando per portare avanti le loro aziende. In questo contesto il confronto avuto con il presidente nazionale Bernard Scholz è stato molto costruttivo e dopo questo primo monitoraggio cercheremo di individuare quelle che possono essere le possibilità di intervento necessarie soprattutto in questa fase delicata dell'emergenza”. 

Terremoto-Monte San Martino ricomincia dai Crivelli

25 Nov 2016
136 volte

Rinascere dal terremoto è anche riscoprire insieme i borghi e il patrimonio artistico delle Marche. Per esempio trascorrendo una domenica a Monte San Martino, con l’arte di Carlo e Vittore Crivelli. Domenica 27 novembre alle11 nella Chiesa di San Martino la professoressa Angela Montironi illustrerà le opere dei due artisti rinascimentali che hanno arricchito il territorio marchigiano. La giornata è organizzata con la collaborazione di Green Nordic Walking - Macerata e dei volontari della Protezione Civile della colonna mobile Regione Marche, gruppo specializzato nel recupero e messa in sicurezza dei Beni culturali.

Nella Chiesa di San Martino sono conservati importanti polittici, di cui due attribuiti a Vittore Crivelli e uno a entrambi i Crivelli, nonché una pala di Girolamo di Giovanni da Camerino. Il polittico dei due Crivelli che celebra la Madonna in trono mentre adora il figlio, adagiato sulle sue ginocchia. A destra della Vergine ci sono S. Michele Arcangelo e S. Nicola di Bari, seguono S. Giovanni Battista e San Biagio. L’iconografia centrale è sormontata dall’immagine di Cristo morto sorretto da due angeli. Alla sua sinistra hanno un posto d’onore San Martino titolare della chiesa e patrono della città, e San Giovanni Evangelista; alla destra accennano ad un dialogo San Giacomo Apostolo e Santa Caterina d’Alessandria.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo